Emiliano Rozzino

Libero di... di: Emiliano Rozzino

Home / BLOG / CAVAGNOLO. Elezioni: e se si candidasse un altro avvocato?

CAVAGNOLO. Elezioni: e se si candidasse un altro avvocato?

Il Municipio di Cavagnolo
Il Municipio di Cavagnolo

Non voglio essere un altro Tormena”. Andrea Gavazza non ha ancora chiarito che cosa sarà, alle elezioni amministrative di giugno, se candidato sindaco o meno, ma ha chiarissimo in mente che cosa non sarà.

Lo va ripetendo, come un mantra, a tutti quelli che incontra e che gli rivolgono la fatidica domanda: “Allora Andrea, ti candidi o no?”.

Nella testa del 33enne vice sindaco di Cavagnolo, tessera Pd in tasca e un sogno tenuto nemmeno troppo nel cassetto  – quello di fare il sindaco del suo paese -, frullano tanti pensieri. Primo fra tutti, la paura di bruciarsi nello scontro tutto in famiglia che ormai va delineandosi con il sindaco uscente Mario Corsato, deciso più che mai a 70 anni di mettersi un’altra volta in gioco alle elezioni cavagnolesi.

La storia recente insegna: quando la maggioranza di Corsato s’è spaccata, con l’allora assessore Romano Tormena che ha tentato la fuga in avanti per fare il sindaco del paese, è finita che il governo di Cavagnolo se l’è preso Franco Sampò. E’ capitato nemmeno dieci anni fa e potrebbe capitare ancora, se è vero com’è vero che fiutando l’ipotesi di una spaccatura tra il sindaco e il suo vice, a qualcuno che si rifà all’ex primo cittadino Sampò è già ritornato l’appetito.

E’ chiaro che ci sono in ballo un bel po’ di voti. Quelli che aveva preso la candidata sindaco Sabrina Balzola, che oggi non si candiderà più, e che potrebbero andare dispersi nel caso l’opposizione non fosse rappresentata a giugno.

Difficile che Andrea Gavazza possa intercettarne qualcuno, anche se non improbabile e anche se, si mormora, sia già partito qualche ammiccamento. Impossibile che quei voti possano finire a Mario Corsato e ai suoi. Già, i suoi. Il sindaco uscente, dalla sua, ha l’intero gruppo di maggioranza che, alle ultime riunioni, gli ha dato l’ok. Intero è una parola grossa, ma è già un base di partenza mentre si cercano altre candidature.

Con Corsato ci saranno certamente l’assessore Mariangela Ponzetti e i consiglieri Mauro Oggero e Luciano D’Anna.  I fedelissimi. Non ci sarà, invece, alle prossime amministrative il consigliere Franco Zattarin che, per non fare un torto all’uno e all’altro, ha deciso di chiamarsi fuori.

Mi candido o non mi candido?”. Alla risposta che si darà Gavazza si capisce dunque perché è vivamente interessato più di mezzo paese. A partire dall’avvocato Alessandro Mattioda, già assessore ai tempi di Franco Sampò e tra i primi classificati delle primarie lanciate dal nostro giornale.

Grazie agli amici che mi hanno ricordato e, ancora una volta, onorato. Dopo così tanti anni e’ stata una piacevole sorpresa…”, ha postato Mattioda su facebook, in calce alla classifica delle primarie. Più di un pensierino, sostengono gli amici virtuali e reali, pare che l’avvocato abbia già iniziato a farlo…

Commenti

Leggi anche

BATTAGLIA DELLE ARANCE

IVREA. Battaglia delle arance nel vivo

Il carnevale di Ivrea è entrato nel vivo con la prima battaglia delle arance. La …

Incidente

VOLPIANO. Muore a 20 anni in un incidente. Ferito il fratello di 17

Un ventenne è morto oggi in un incidente stradale a Volpiano, nel Torinese. In auto …