Liborio La Mattina

Nun Te Reggae Più di: Liborio La Mattina

Home / BLOG / SETTIMO. Mdp, sesso e sexy shop sul tavolo della Giunta

SETTIMO. Mdp, sesso e sexy shop sul tavolo della Giunta

Antonello Ghisaura
Antonello Ghisaura

La Voce paragonata ad un sexy shop. Sicuramente non lo pensa, ma lo ha detto, eccome se lo ha detto, ieri, in giunta l’assessore Antonello Ghisaura, durante un “question-time” con l’ex sindaco Aldo Corgiat, presidente della Fondazione ECM. In verità si sarebbe dovuto discutere di altro, non in ultima degli eventi che si vorrebbero organizzare per il 60° anniversario della città di “Settimo Torinese”, non foss’altro che si erano già celebrati i primi 50.

Però la voglia di metterla in caciara era ed è così tanta che si è finito per parlare d’altro, per l’appunto de La Voce.

La premessa è che la Fondazione, con ingresso in via Giannone, ha una lunga serie di locali e spazi di co-workng da affittare a chi ne fa richiesta e in base alle disponibilità. Affittarli è utile per pagare, per esempio il mutuo, ma anche per chiudere il bilancio senza dover chiedere troppo aiuto  al Comune, quindi ai cittadini.

Concludendo? Noi de La Voce stavamo cercando una stanza e senza alcuno sconto, la Fondazione, ce ne ha messa a disposizione una.

Ce lo vuole spiegare l’Assessore Antonello Ghisaura dove sta il problema? Ci chiarisce, per cortesia, per quale motivo la Fondazione ci avrebbe dovuto dire di “No” trattandoci alla stregua di un sexy shop?

E se ci avesse detto “No”, lui non crede, forse, che questo giornale si sarebbe sentito autorizzato a dire che la Fondazione sta governando quei locali, riservandoli solo agli amici e agli amici degli amici?

E’ evidente che è più facile percorrere il terreno del “complottismo” esasperato, ma su un contratto d’affitto, che peraltro verrà regolarmente registrato, ci sembra davvero una di quelle cose che non si possono più stare ad ascoltare. Se è così che la politica intende muoversi da qui in avanti, ci sa tanto che ne vedremo delle belle. E una, per la verità, si è già vista, tanto che ad una certa, l’interrogatorio all’ex sindaco Aldo Corgiat, trasformatosi in processo, si è concluso con lui che mandava a quel paese Ghisaura, si alzava in piedi e se ne andava via a gambe levate.

Via lui, l’isteria è continuata, nel solco di una  spirale complottista che Ghisaura vede e stravede. A fagiolo (guarda un po’) è così cascata sul tavolo, la notizia, pubblicata qualche tempo fa, sull’utilizzo improprio del Municipio, fuori dall’orario di lavoro e per consumare veri e propri rapporti sessuali, da parte di due pezzi da 90 della politica locale. Bene,  secondo Ghisaura, sarebbe trapelata da certi ambienti di Mdp per colpire il Pd, in un momento in cui ci si stava muovendo verso una tragica scissione. E con questo, a questo punto è certo, che ci vorrà ben altro che un dottore per curare la giovane politica in questa città.

Per intanto noi, Ghisaura lo accontentiamo subito, sperando che sia proprio lui uno dei nostri primi clienti.

“Venghino siore e siori Venghino… Abbiamo in offerta di tutto e di più e pure a prezzi stracciati: preservativi, dildo, vibratori di tutte le misure, stimolatori e strap-on...”.

Il circo Barnum però sta tutto da un’altra parte…

Commenti

Leggi anche

rifiuti

VOLPIANO. Abbandonano rifiuti ma vengono identificati, multati

Ieri mattina gli agenti della polizia municipale di Volpiano sono intervenuti, a seguito della segnalazione …

truffa

SETTIMO. Carabiniere in congedo sventa truffa ad anziano

Una diciassettenne nomade di origini polacche, domiciliata a Novara, è stata denunciata per truffa dai …